Fieracavalli vetrina internazionale per le associazioni allevatoriali

Da sempre Fieracavalli aiuta grandi e piccole realtà territoriali ad affermarsi nel panorama equestre: questo il caso dei cavalli maremmani nati ed allevati in territorio astigiano da Riccardo Berzani - a cui La Stampa di giovedì 1° giugno dedica un articolo – che, grazie alla visibilità raggiunta durante la loro partecipazione a diverse edizioni della rassegna veronese, continuano a guadagnare consensi.

Una passione nata per caso quella del veterinario astigiano Riccardo Berzani che, circa 30 anni fa ha iniziato ad allevare la razza maremmana, grazie all’acquisto di uno stallone trovato in Liguria. Ora la dinastia di maremmani astigiani conta una quindicina di esemplari, molti dei quali continuano a collezionare podi alle mostre nazionali, trionfando sui colleghi toscani. Da anni l’associazione sportiva Venti di Maremma, di cui fa parte il medico di Casabianca di Asti, è presente a Fieracavalli all’interno del Padiglione Italialleva e fa rivivere in uno spettacolo gli usi dei butteri, lo spostamento delle mandrie da un recinto all’altro e i giochi di abilità.

Considerato l’ultimo cavallo da sella puramente italiano, lo stallone maremmano è sempre stato destinato ad essere usato negli allevamenti come animale da fatica. La sua origine risale alla civiltà etrusca e ancora oggi rappresenta il compagno insostituibile dei butteri per la gestione del bestiame.

 

QuickLinks

avviso importante

fieracavalli è estranea a event fair, fair guide, expo guide, construct dataverlag.

Trending